Breaking news:

E' stato conferito a Pietro Teofilatto, studente del quinto anno del Liceo Lucrezio Caro di Roma e...
E' stata formalizzata questa mattina la richiesta di partecipazione di HSR al nuovo programma...
A due mesi dalla consultazione nazionale che ci ha visto primeggiare in soli 12 giorni nella...
Il compito in classe richiesto ai professori era una consuetudine lo scorso anno. Ogni trasmissione...
Martedì 27 gennaio - VOLTA (Reggio Calabria), BOGGIO LERA (Catania)Giovedì 29 gennaio - ore 15:00...
Sono giunti ieri sera, graditi quanto inaspettati, i complimenti di Renzo Di Falco (conduttore di...
Venerdì 13 febbraio High School Radio sarà ospiote della programmazione nazionale di RADIO CAPITAL...

La7, la sua organizzazione, la sua gestione, la pluralità di offerta che si combina alla credibilità degli interlocutori è il modello a cui si ispira il progetto High School Radio, di cui Paolo Luzzi - qui in compagnia del direttore Enrico Mentana - è profondo conoscitore. La ventennale esperienza maturata dall’ideatore di HSR in strutture nazionali conferiscono al canale degli studenti una base professionale d’assoluto prestigio anche in prospettiva televisiva, secondo obiettivo del contest appositamente studiato per i ragazzi.

I ragazzi del Convitto Nazionale hanno onorato l'impegno assunto sfiorando il successo finale, conteso fino all'ultima trasmissione al Kant ed al Villa Flaminia. Con Mattia Da Piaggi, Niccolò Palla e Giuseppe Pagnani, spicca Valerio Baccarini, miglior autore della stagione di High School Radio 2013/2014

Il proscenio del teatro Ghione ha fatto da cornice alla premiazione dei ragazzi del SANT'APOLLINARE che nella stagione hanno rappresentato l'istituto con la trasmissione "Il più grande spettacolo del week-end". Sul palco insieme a Costanza, Marta, Federico e Lorenzo il preside Don Enzo Pacelli, responsabile della scuola vaticana. Lorenzo Aielli è stato premiato quale migliore reporter di aprile e maggio, Federico Muscatello invece quale miglior DJ dell'anno.

Nella fantastica cornice del VILLA FLAMINIA, presenti tutte le rappresentanze di genitori, alunni e corpo docente e la banda musicale dell'Aeronautica, il direttore Fr. Pio Rocca e la preside Sidori condividono con i ragazzi la soddisfazione dei titoli vinti, tra cui la coppa di miglior trasmissione dell'anno, seppur in coabitazione con il Kant.

Iacopo Santovincenzo quale reporter, Liliana Nicoletta come speaker e Marco Festino come fonico: i tre vincitori del Villa Flaminia nelle rispettive classifiche individuali confermano il valore del successo ottenuto a livello di squadra dall'istituto diretto da Fr. Pio Rocca

Il KANT al gran completo posa con il trofeo conquistato grazie al programma RANDOM, che ha conquistato il primo posto anche se in coabitazione con il Villa Flaminia. Coppa da primo premio anche per SARA BIANCOROSSO, vincitrice nella categoria Autori.Per numero di iscritti il Kant è stato in assoluto l'istituto più partecipativo a questa prima edizione di HSR.

Arnold Koka, a nome dei compagni, raccoglie la Coppa di Miglior Trasmissione dell'anno conquistata dal Kant per porgerla al preside Infantino che la conserverà nella bacheca della scuola.

Il LICEO MAMELI è stata la scuola vincitrice del primo trofeo di tappa, conseguito ad ottobre quale miglior trasmissione del mese.
Il nucleo del team di "Mameli On-Air" posa con Livia Brienza, il dirigente scolastico che per primo ha creduto in HSR iscrivendo ben quattro istituti. Menzione particolare per Lidia Mariani (ultima a destra) medaglia d'argento tra i conduttori e Chiara Di Paola (a fianco della preside), argento nella categoria registi, vincitrice della tappa di aprile.

Costanza, Claudia, Giacomo e David (assente giustificata Elena). E' questa la squadra del GIULIO CESARE schierata insieme alle tutor: Anna Carmen quale coordinatrice esterna del programma "LE IDI DI..." e la vicepreside Jori, referente interno dell'istituto per il progetto radiofonico.

Sul palco allestito per festeggiare le eccellenze del Lucrezio Caro, la preside Anna Rita Tamponi ha conferito ai ragazzi partecipanti al campionato di comunicazione l'attestato di formazione. Al fianco della dirigente scolastica Silvia, poi Giacomo e Pietro, il vero deus ex machina della trasmissione "I RIPETENTI". Con loro anche la tutor interna della scuola, la prof.ssa Annalisa Nazzaro.

Il VALADIER posa con le magliette di HSR e gli attestati per il rilascio dei crediti formativi validi ai fini della valutazione scolastica.Con Riccardo, Grace e Luigi, i ragazzi che hanno composto l'ossatura del programma "V PER VALADIER" la vicepreside Natalia Barbato e la dirigente scolastica Livia Brienza

Simpatia, entusiasmo, partecipazione. I colori di Napoli irrompono in HSR con i ragazzi del Leonardo Da Vinci, che per primi hanno accolto l’invito rivolto alle scuole patenopee. Napoli e rappresenta una pietra miliare nel percorso di espansione del progetto rivolto a fornire le giovani generazioni di un mezzo di comunicazione proprio. Radio Punto Zero, terza reraltà radiofonica della Campania, garantisce supporto e visibilità a tutte le scuole della Regione interessate a seguire l’esempio dei ragazzi del Da Vinci.

Foto di gruppo del Galileo Galilei alla prima di High School Radio. Negli studi di Radio Catania, accompagnati dalle tutor dell’istituto e di HSR, posa una piccola rappresentanza dei ragazzi partecipanti al contest. Il Galilei vanta infatti oltre 2000 iscritti e la scuola prevede di mettere in campo ben 10 distinte redazioni. Da quello che si è potuto capire già nella puntata di presentazione ne ascolteremo davvero delle belle.

Il Boggio Lera a Radio Catania, emittente che garantisce il supporto tecnico ai licei di HSR. La puntata di presentazione ha visto all’opera alcuni dei ragazzi che prenderanno parte alla realizzazione delle trasmissioni dell’istituto. Con loro la professoressa Simona La Spina, tutor del progetto radiofonico.

L’Istituto alberghiero Saffi di Firenze, ospite di Lady Radio, accompagnati nella puntata inaugurale dal coordinatore di HSR Mario Stefanelli. A dare in trasmissione l’ufficialità della partecipazione della scuola fiorentina il professor Todaro e la prof.ssa Rotondi, tutor demandati a seguire i ragazzi in questa nuova avventura, utile a farci conoscere molti consigli su una sana alimentazione.

L’abito non farà il monaco, ma se i ragazzi del Poggio Imperiale di Firenze sapranno portare in trasmissione solo una parte della grandezza e dell’imponenza della scuola che li iscrive ad HSR il risultato non potrà essere che positivo. A Lady Radio una rappresentanza di studenti posano con il coordinatore Mario Stefanelli ed il prof. Marco Burberi, tutor scolastico della squadra di comunicatori assemblata dalla scuola.

L'immagine immortala gli studenti della terza A del Liceo Cagnazzi di Altamura (BA) che, accompagnati dalla professoressa Marisa D'Agostino, dagli studi di Radio Altamura 1 hanno realizzato la puntata zero dell'istituto pugliese, preparatoria al campionato nazionale della prossima stagione. Una partecipazione folta e agguerrita che già dalle prime battute lascia intendere la volontà di ben figurare e di puntare in alto.

Il direttore Ezio Luzzi guiderà il diario di "Brasile 2014" relativo ai campionati del mondo di calcio. The voice di "Tutto Il Calcio Minuto per minuto" degli anni d'oro della RAI metterà al servizio dei giovani studenti delle scuole partecipanti ad HSR la pluriennale esperienza maturata al seguito della nazionale italiana fin dal 1970, anno del secondo posto messicano dietro ai carioca guidati da un certo Pelè

All'anagrafe risulta Flavio, ma potete anche chiamarlo Zac o, se preferite, Draco Malfoy, sempre che, ascoltandolo, non vi ricordi qualcun altro dei tanti personaggi che ha accompagnato al successo. Flavio Aquilone è già un'icona per i giovani, cresciuti con i cartoni animati o i film a cui ha prestato la voce. Insieme ai ragazzi del Villa Flaminia, che lo hanno ospitato in radio, Flavio mostra con orgoglio la nostra maglietta, divenuta un ulteriore motivo per accettare l'invito in trasmissione

ENZO IACCHETTI è un portafortuna di High School Radio. Sua è stata la prima testimonianza che gli studenti del Convitto Nazionale hanno saputo portare ad ottobre in trasmissione, bissata ad aprile dai ragazzi dell'Azzarita in occasione dello spettacolo su Gaber portato in scena a Roma dallo show-man. Enzino - qui immortalato con Francesca Campione - ha una profonda considerazione dei giovani, nei confronti dei quali si concede con grande generosità, ritenendosi lui stesso responsabile di un sistema Paese che di fatto li priva di un futuro degno delle loro aspettative

Attore e personaggio televisivo, Luca Argentero è molto apprezzato dalle giovani generazioni. La sua scalata alla notorietà è nata al Grande Fratello, dove si è classificato terzo nell'edizione del 2003.Luca ha dimostrato grandi doti di recitazione soprattutto al teatro, interpretando il ruolo da protagonista in Shakespeare in Love. Al fianco di Brignano ha condotto anche Le Iene.

FABRIZIO FRIZZI non smette mai di stupire: grande tra i grandi, umile tra gli umili. Fama e successo non gli hanno fatto dimenticare gli esordi, la TV dei ragazzi, fatiche ed emozioni vissute nel costruire passo dopo passo una carriera straordinaria. Ex studente del Calasanzio, Fabrizio ha risposto all'invito in diretta dei ragazzi del Sant'Apollinare schierati in posa insieme alla loro tutor Valeria Lentini

Il giorno che si è presentato in radio per la diretta del programma "Il più grande spettacolo del week-end" Riccardo Fortunati, in arte RICKY MEMPHIS, era forse più emozionato degli stessi ragazzi che lo hanno intervistato. Con gli immancabili occhiali da sole (tenuti rigorosamente anche all'interno dello studio) l'ospite del liceo Sant'Apollinare ha confermato di essere esattamente quello che si vede sugli schermi cinematografici: un ragazzo pulito, unanimamente apprezzato per la semplicità che non tradisce neanche nei confronti delle giovani generazioni che lo prendono d'esempio.

PIPPO BAUDO non ha mai lesinato apprezzamenti nei confronti di High School Radio, che definisce un'opportunità unica per gli studenti dei nostri licei. L'uomo della televisione italiana, scopritore di tantissimi talenti, si presta così volentieri a rispondere agli inviti dei ragazzi (in questo caso Elena Pesciarelli e Claudia Matarazzi del Giulio Cesare) di portare alla conoscenza delle giovani generazioni l'esperienza di oltre 50 anni di carriera vissuta sempre sotto i riflettori
EUGENIO FINARDI ha potuto toccare con mano l'assoluta libertà di cui godono i ragazzi di High School Radio che lo hanno incontrato, quella stessa che il cantautore milanese auspicava nel 1976 attraverso il suo più grande successo discografico (La Radio). Malgrado l'età Eugenio resta un riferimento per le giovani generazioni, soprattutto quelle che si avvicinano al mondo della musica con la speranza di poterne seguire le orme.

Ad High School Radio è arrivato anche il momento di Gabriele Pellegrini, in arte DADO, il comico cantautore salito alla ribalta del grande pubblico grazie alle sue performance sul palco di Zelig. Accolto ad Elleradio dai ragazzi del Manara, Dado ha ricordato i tempi del liceo e l’importanza di avvalersi di tutte le opportunità che essa offre oltre la canonica preparazione culturale, considerata la diversa maturazione che ogni studente è in grado  di sviluppare nell’arco della propria vita. “L’importante – ha ammonito Dado – è fare le cose sul serio e non tanto per farle, altrimenti non servono a nulla ed è solo una perdita di tempo”.

E’ la realizzazione di un progetto di trasmissione costruito con il contributo di tutti i settori operativi. Verrà premiato il programma che risulterà il più votato tra quelli presentati da ogni singola scuola. Il risultato (finale e mensile) sarà la somma dei punti raccolti tra quelli espressi dalla giuria popolare rappresentata dagli ascoltatori e dalla giuria tecnica con valutazione a scalare in base al numero di partecipanti.

E’ la figura che in radio viene meglio riconosciuta come speaker, colui che conduce il programma attraverso le proprie capacità comunicative nel presentare argomenti, gestire ospiti e interventi telefonici. Il risultato (finale e mensile) sarà la somma dei punti raccolti tra quelli espressi dalla giuria popolare rappresentata dagli ascoltatori e dalla giuria tecnica con valutazione a scalare in base al numero di partecipanti.

Il reporter è colui che provvede alla ricerca delle notizie ed alla loro divulgazione, realizza interviste ed effettua interventi in esterna. Il reporter è responsabile delle informazioni direttamente raccolte di cui deve garantire la veridicità. Il risultato (finale e mensile) sarà la somma dei punti raccolti tra quelli espressi dalla giuria popolare rappresentata dagli ascoltatori e dalla giuria tecnica con valutazione a scalare in base al numero di partecipanti.

DJ

Il Disc Jockey è colui che si occupa della selezione musicale: stile, genere e canzoni. Può non essere propriamente un “mixatore”, tecnica più esclusiva dei DJ da discoteca. Il risultato (finale e mensile) sarà la somma dei punti raccolti tra quelli espressi dalla giuria popolare rappresentata dagli ascoltatori e dalla giuria tecnica con valutazione a scalare in base al numero di partecipanti.

Il fonico è colui che fornisce il supporto tecnico al programma sia in diretta che in post produzione. Miscela i suoni con le voci, monta servizi, realizza jingle, spot e promo. Il risultato (finale e mensile) sarà la somma dei punti raccolti tra quelli espressi dalla giuria popolare rappresentata dagli ascoltatori e dalla giuria tecnica con valutazione a scalare in base al numero di partecipanti.

Gli autori sono i veri creativi dei programmi. Mettono in pratica la linea editoriale realizzando rubriche e supportano i conduttori nella scelta di argomenti e fornendo loro i testi da diffondere. Gli autori possono anche gestire direttamente propri spazi in conduzione. Il risultato (finale e mensile) sarà la somma dei punti raccolti tra quelli espressi dalla giuria popolare rappresentata dagli ascoltatori e dalla giuria tecnica con valutazione a scalare in base al numero di partecipanti.

Il regista è colui che gestisce l’esecuzione complessiva del programma. Il regista stabilisce i tempi e la scaletta dello stesso, gli spazi da dedicare ad ogni singolo argomento o rubrica, gli interventi telefonici, l’uso e la durata della musica e quanto inerente lo svolgimento della trasmissione. Il risultato (finale e mensile) sarà la somma dei punti raccolti tra quelli espressi dalla giuria popolare rappresentata dagli ascoltatori e dalla giuria tecnica con valutazione a scalare in base al numero di partecipanti.

News

IL 13 GENNAIO IL DEBUTTO DI NAPOLI CON IL LEONARDO DA VINCI

Napoli è ormai prossima al debutto in High School Radio. Trovata la radio, anche i licei della Campania possono finalmente aggregarsi al contest costruito per dare spazio alle giovani generazioni, finalmente libere di esprimersi dietro ad un microfono.

HSR, si vota per gennaio. Da oggi in gioco anche le categorie individuali

Alla mezzanotte di ieri si sono concluse le votazioni relative al mese di dicembre che hanno riguardato la categoria "Miglior Trasmissione". Da oggi si vota invece per gennaio, con l'introduzione delle classifiche individuali.

Studenti: i social possono alterare la verità dei fatti?

Secondo un recente studio, l'uso-abuso dei social network può determinare verità alternative, cioè non rispondenti all'effettivo sviluppo dei fatti.

FIRENZE, ANCHE IL SAFFI IN HSR

Anche l'istituto alberghiero Saffi di Firenze è tra le scuole che formano il gruppo fiorentino di High School Radio. A partire dal mese di gennaio saranno dunque due le scuole che realizzeranno, coadiuvate da Lady Radio, le trasmissioni dei ragazzi.

DIVENTA GIORNALISTA CON HSR. DA FEBBRAIO I GR REALIZZATI DAI NOSTRI STUDENTI

Incredibile opportunità per tutti i ragazzi delle scuole e università aderenti ad High School Radio. L'associazione HSRADIO SOCIAL MEDIA appena costituita ha raggiunto un accordo con Elleradio per la realizzazione di notiziari fatti dagli studenti.

Pagine